Bergamo Scienza


Fin dalla sua nascita l’Associazione BergamoScienza si è posta l’obiettivo di creare una cultura aperta della divulgazione scientifica, che sperimenti percorsi nuovi, giudicati direttamente da chi vi partecipa: il sogno di una scienza “per tutti”, senza barriere culturali, politiche o sociali. Per questo indipendenza e gratuità sono alla base dell’idea dei soci fondatori e hanno sempre caratterizzato il Festival che si svolge a Bergamo ogni anno dal 2003.

La partecipazione degli istituti della bergamasca alla rassegna è infatti in costante crescita e, per moltissimi di loro, trasformare le aule in piccoli laboratori sperimentali in occasione dell’evento, che compie ormai dodici anni, è diventato un rituale imperdibile.

Affrontare temi complessi attraverso un linguaggio semplice e divulgativo. Questo è l’obiettivo di Bergamo Scienza. Come spiega Raffaella Ravasio «il discorso scuola è stato da subito sottolineato, perché riteniamo che questa sia un’occasione fondamentale per avvicinare i ragazzi al mondo scientifico, un mondo che fino a 12 anni fa veniva destinato a quelli bravi e intelligenti. Mentre la scienza è qualcosa che appartiene a tutti, ed è quello che si vuole trasmettere».

Gli studenti sono così passati, in breve tempo, dal ruolo di semplici spettatori dei convegni, a quello di veri e propri autori e protagonisti dei laboratori presentati. Dal 2005 il coinvolgimento degli studenti nei laboratori presentati prevede che alcuni di loro si trasformino in guide, pronte a mostrare agli spettatori il progetto che rappresentano e a rispondere a tutte le curiosità.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi